Rassegna stampa

Home
Rassegna stampa

Lo studio dell’avv. Monica Romano ha confermato la propria reputazione quale realtà di eccellenza nel settore del recupero crediti massivo in favore di aziende.

Grazie alla candidatura avanzata da Italia Online (Ex Seat Pagine Gialle), Monica Romano è stata selezionata per il Credit Management Collection Award organizzato da StopSecret Magazine.

Leggi la lettera di presentazione del Credit Manager di Italia Online.

In un articolo uscito su MAG di Legal Community il 13 marzo 2017 si offre uno spaccato del mercato dei NPL, con analisi di cifre e opinioni dei principali players del settore.

Leggi qui l’intero articolo in versione .pdf

Dallo scorso 18 gennaio 2017 è entrato in vigore il Regolamento di Esecuzione n. 1823/2016 della Commissione Europea che istituisce i Moduli di cui al Regolamento (UE) n. 655/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio.

È ora operativa attuabile una importante novità legislativa comunitaria: l’Ordinanza Europea di Sequestro Conservativo dei conti bancari all’estero.

Clicca qui per approfondire.


Read More

Relazione del Parlamento Europeo

Presentati i risultati della ricerca, commissionata dal Dipartimento Tematico per i Diritti dei Cittadini e gli Affari Costituzionali su richiesta della Commissione JURI del Parlamento Europeo a Giuseppe De Palo e Leonardo D’Urso di ADR Center al Parlamento Europeo.

Pur nell’assenza di statistiche omogenee, risulta che pressoché in tutti gli Stati Membri dell’Unione Europea, la mediazione è utilizzata in meno dell’1% dei casi in tribunale.

Ad ogni mediazione corrispondono 100 casi instaurati in un’aula di giustizia.

L’unica eccezione a questo trend è il risultato del modello di sessione informativa sulla mediazione, obbligatoria, adottato in Italia per un numero limitato di cause civili, che sta emergendo quale buona prassi.

La proposta di ADR Center è che il legislatore europeo consideri una revisione dell’Art. 5(2) della Direttiva, imponendo così alle parti di partecipate almeno ad una sessione di mediazione iniziale per un certo tipo di contenziosi, sempre in presenza di un mediatore qualificato.

Questo tentativo di mediazione dovrebbe essere rapido e poco costoso. In alternativa, l’UE dovrebbe chiedere agli Stati Membri di usare la versione attuale dell’Art. 5(2) in modo più pieno, tenuto conto della natura della disputa.

Leggi l’articolo integrale su Mondo ADR

Credit Management & Collection Awards.
Da oggi, a caccia dei più bravi.

Galà e premiazione a Milano il 16 marzo 2017
Excelsior Hotel Gallia

 

StopSecret Magazine, il punto di riferimento italiano, in Rete e non solo, nel campo delle Informazioni Commerciali, Gestione e Recupero Crediti, Investigazioni Private, Vigilanza e Sicurezza, oggi riempie questo vuoto.
Lo fa istituendo Credit Management & Collection Awards, un grande contest annuale che premia aziende,  manager e professionisti i quali, nel corso dell’anno si siano distinti per eccellenza,  esperienza e deontologia.

Le quattro categorie che verranno premiate sono:

► Gestione e Recupero Crediti
► Credit Management
► Investigazioni Private sul credito
► Informazioni Commerciali

A loro volta suddivise, ciascuna, in diverse sottocategorie, con l’obbiettivo di gratificare l’impegno di persone e società impegnate nelle diverse specifiche aree d’interesse del comparto.

Quali sono gli standard minimi esigibili secondo le indicazioni ministeriali, le interpretazioni giurisprudenziali e le indicazioni professionali?

Fonte MONDO ADR

L’avvocato-mediatore di diritto: la riforma del 2013

Read More

Fonte Stop Secret

EAPO EUROPEAN ACCOUNT PRESERVATION ORDER: ISTITUITA L’ORDINANZA EUROPEA

Recuperare i crediti per le società all’interno della comunità europea da oggi sarà più semplice e sicuramente più economico.

 


Read More

Fonte Il Sole 24 Ore

Se i genitori vengono informati dalla società di recupero crediti dell’esistenza di un piccolo debito del figlio, non è configurabile alcuna violazione della privacy del debitore. Difatti, il reato di trattamento illecito di dati personali non è integrato, anche in caso di diffusione di notizie riservate, se la condotta illecita sia consistita in una irregolarità tale da non produrre un danno apprezzabile all’identità personale del soggetto ed alla sua privacy. Ciò si desume dalla sentenza 1912/2016 del Tribunale di Cagliari.

Continua a leggere sul sito de Il Sole 24 Ore

Verbale di mediazione in caso di rifiuto a proseguire oltre il primo incontro
«Non vedo, non sento, non parlo” o qualcos’altro?»

Fonte Mondo ADR


Read More

L’Evoluzione dell’ADR consumatori in Europa

Fonte Mondo ADR

 

Il 10 e 11 settembre 2015 si terrà a Leicester, presso l’omonima Università, la conferenza “The Transformation of Consumer Dispute Resolution in the EU” che avrà lo scopo di esaminare come le nuove regole europee sull’ADR consumatori siano state recepite dalle legislazioni nazionali e quale impatto esse abbiano avuto nel panorama della Risoluzione Alternativa delle Controversie e nell’ODR – Risoluzione Alternativa Online.

La risoluzione bonaria delle controversie tra consumatori e professionisti, in Europa, sta andando incontro ai più importanti cambiamenti della storia. Questo è dovuto alla recente adozione di due strumenti legislativi: la Direttiva sull’ADR e il regolamento sull’ODR.

La Direttiva europea, in materia ADR, che doveva essere recepita da tutti gli stati membri entro luglio 2015, mette a disposizione metodi efficaci per risolvere le dispute poste in essere tra consumatori e professionisti in tutto il territorio dell’Unione, mentre il regolamento sull’ODR fornisce le indicazioni per l’implementazione della tecnologia al processo stesso di ADR per facilitare l’accesso alla risoluzione alternativa delle controversie.

Romina Canessa, di ADR Center, discuterà sul più recente sforzo dell’Unione e delle politiche nazionali nel favorire la mediazione, o altre forme di ADR , prima di intraprendere la via del tribunali. Il suo intervento metterà in luce come l’uso della mediazione sia ancora al di sotto del suo pieno potenziale; verranno presentati dati statistici e relative best-practices che, se adottate, possono condurre gli Stati Membri ad ottenere risultati sorprendenti, in linea con il Modello Italiano di Mediazione che, in termini numerici, è il modello di maggiore successo in Europa.


1 2 3
Copyright 2012 Builder - Company. Design by